Infrarossi lunghi utilizzati dai Pannelli radianti Raffaello per riscaldare ambienti come funziona l'onda lunga

Perchè l’“Infrarosso Lontano” FIR?

L’Infrarosso Lontano è una piccola porzione dello spettro elettromagnetico emesso dal Sole. Anche la luce lo è, in questo caso una porzione un po’ più ampia, percepita dai nostri occhi. Queste “porzioni” sono individuabili da una frequenza, una lunghezza d’onda elettromagnetica. Dal rosso al violetto c’è la gamma di luce, come detto, percepibile dall’occhio umano, oltre il violetto ci sono i raggi ultravioletti, prima del rosso i Raggi Infrarossi. In tale zona si posizionano questi particolari raggi di cui l’Infrarosso Lontano si individua 4 e 16 μ. Questa ulteriore piccola porzione dei Raggi Infrarossi viene identificata con la sigla “FIR” (Far Infra-Red). Lontano perché è quella porzione dello spettro infrarosso più lontana dalla luce visibile.

 

Che cosa ha di speciale l’“Infrarosso Lontano”?

Le lunghezze d’onda dell’Infrarosso Lontano hanno spiccate proprietà benefiche e terapeutiche sugli organismi viventi: esse sono in grado di penetrare gli strati cutanei e sottocutanei e di interagire con le molecole d’acqua ed i composti organici che costituiscono i tessuti viventi.  

Quando il nostro corpo viene irradiato da onde elettromagnetiche di differenti lunghezze d’onda, queste vengono in gran parte riflesse mentre alcune vengono assorbite. Le onde elettromagnetiche tra quelle visibili e le microonde sono chiamate onde a infrarossi. La lunghezza d'onda di queste va dai 0.76 ai 1000 micron. Questo intervallo è diviso in tre sottointervalli: vicini, medi e lontani raggi infrarossi; le lunghezze d'onda sono relativamente da 0.76 a 1.5 micron, da 1.5 a 4 micron e da 4 micron a 1000 micron. I nostri pannelli sono stati studiati per generare per il 90% infrarossi FIR di lunghezza d’onda comprese tra 6 e 10 micron, consentendo così rese superiori a qualsiasi altro prodotto presente sul mercato. 

    

Ci sono effetti collaterali?

    Non c'è assolutamente  alcun effetto collaterale   ai FIR in quanto è la parte buona della radiazione luminosa del sole. Anzi, si ricorda a tal proposito che i   bambini  nati prematuri  sono tenuti in una camera a raggi infrarossi  immediatamente dopo il parto.  

Molte  persone, quando  utilizzano saune ad infrarossi  avvertono una sensazione di riscaldamento sull’area di applicazione . E’ una reazione positiva , che  indica che la FIR ha iniziato a stimolare la microcircolazione.

   

Dati tecnici?

    Fondamentale analizzare lo spettro delle radiazioni che garantisce la qualità dell'infrarosso. L'importante è avere più infrarossi C possibili che nel caso dei Raffaello ricopre il 99,8% della radiazione infrarossa consentendogli di essere tra i pannell ipiù performanti sul mercato.

     

Alcune  patologie  su cui sono stati riscontrati miglioramenti da trattamento ad Infrarosso.

    

•Patologie circolatorie ( ipertensione ed aterosclerosi )

•Patologie metaboliche ( es. diabete e dislipidemie )

•Tutte le patologie osteo-articolari ( artrosi , artrite , coxartrosi .

•Osteoporosi

•Fibromialgia

•Ipertrofia prostatica

•stimolazione dell'attività del sistema immunitario

•riduzione della stanchezza e alleviamento dello stress

•Insonnia

•Ansia e depressione

•Psoriasi e patologie autoimmunitarie